Menu Chiudi

10 consigli utili per risparmiare sul riscaldamento

Arriva la stagione fredda e, la domanda che la maggior parte di noi ci poniamo è: “posso risparmiare sulla bolletta del riscaldamento?

Certo che sì! Senza stravolgere l’impianto termico di casa ci sono dei piccoli accorgimenti che, sicuramente, ci faranno risparmiare sulla bolletta.
Risparmiare sul riscaldamento non significa impostare il termostato a 16°C o farsi la doccia con acqua fredda, bisogna risparmiare mantenendo il comfort inalterato.
 

Vediamo come:

  1. Eseguire la manutenzione della caldaia prima della stagione invernale. La corretta manutenzione  porta ad un incremento del rendimento della vostra caldaia (spendo meno per scaldare uguale). La pulizia ed il controllo fumi permettono alla caldaia di lavorare al meglio e, soprattutto, inquinare meno.
  2. Non coprire termosifoni, termoconvettori o impianti radianti a pavimento. Il calore si trasmette per conduzione (quando c’è contatto fisico), per convezione (l’aria calda tende a salire creando dei piccoli vortici) e irraggiamento (mi scaldo perché “vedo” una sorgente a temperatura diversa). Quando noi copriamo un termosifone, blocchiamo la componente convettiva necessaria a scaldare l’ambiente. Allo stesso modo, un tappeto su un pavimento radiante, aumenterà la resistenza opposta dal pavimento affinché l’aria della stanza si riscalda.
  3. Installare pannelli isolanti dietro i termosifoni. Se il termosifone si trova installato a ridosso di una parete esterna, una parte del calore prodotta servirà a scaldare il muro esterno. Vendono, un po’ ovunque a poco prezzo, dei pannelli termoriflettenti da installare dietro i termosifoni, evitando di buttare soldi per scaldare l’esterno.
  4. Isolare i cassonetti degli avvolgibili. I cassonetti degli avvolgibili, essendo molto meno isolati delle pareti permettono al calore, facilmente, di uscire all’esterno. Con dei pannelli di isolante, con una spesa irrisoria, si può trattenere il calore in casa.
  5. Regolare il termostato a 20°C quando siete in casa. Ogni grado in più, impostato sul termostato, costa soldi ed inquinamento! Mantenere una temperatura compresa tra 19°C-21°C (salvo casi particolari) permette di avere comfort in casa.
  6. Regolare il termostato a 18°C quando non siete in casa e la notte. Mantenere una temperatura più bassa e non spegnere il riscaldamento può sembrare uno spreco ma, in molti casi, si traduce in un aumento del comfort e ad una bolletta pressoché invariata.
  7. Arieggiare l’abitazione in maniera efficiente. Con l’utilizzo di serramenti sempre più efficienti, le case sono “sigillate” permettendo un basso ricambio d’aria (a differenza dei vecchi serramenti). L’attività quotidiana all’interno dell’abitazione produce degli “scarti”, dal vapore acqueo alla CO2, dannosi per la salubrità dell’aria e, per quanto riguarda il vapore acqueo, per la formazione di muffa. Aprire più finestre contemporaneamente durate il giorno per 5-10 minuti, permette un ricambio veloce dell’aria (abbasso l’umidità eccessiva ed elimino la CO2) senza sottrarre calore alle pareti interne che hanno accumulato calore durante la giornata.
  8. Evitare di spegnere il riscaldamento in alcune stanze. L’aria a 20°C può contenere più vapore acqueo, senza condensare, rispetto alla stessa massa di aria a 15°C, ad esempio. Il vapore acqueo si diffonde uniformemente in tutta l’abitazione che, in un ambiente freddo, può provocare la comparsa di muffa.
  9. Tenere le ante o le tapparelle delle finestre chiuse durante la notte. Chiudere le tapparelle o le finestre significa isolare meglio il serramento che tratterrà più a lungo il calore durante la notte
  10. Sfiatare i radiatori prima dell’utilizzo. Si possono creare situazioni in cui, delle bolla d’aria all’interno del circuito idronico del sistema, non consentano un riscaldamento omogeneo del radiatore e, delle volte, ad un fastidioso rumore. Spurgare il termosifone ripristinerà il corretto funzionamento dell’impianto

Soluzioni più efficienti

Se, nonostante tutto, i consumi della vostra abitazione dovessero risultare elevati, Le consiglio di effettuare una DIAGNOSI ENERGETICA in modo da scoprire i punti deboli della sua abitazione e di cercare delle soluzioni. Grazie ad incentivi e ad un risparmio in bolletta, l’investimento si ripaga in pochi anni ma, soprattutto, aumenta il comfort nella Sua abitazione. 

392 64 50 988